top of page

Artena, finché non ci scappa il morto

E il morto, purtroppo, c'è stato.

La morte di qualcuno, soprattutto ragazzi, ci rattrista molto.

Non importa se uno dei buoni o dei cattivi, ma quello che importa dove e in quale contesto. Sempre lo stesso nome risalta nelle cronache nere del territorio come un'atavica etichetta della quale non si riesce a togliere ogni residuo di colla.

Il problema non è che quel Paese è maledetto, semplicemente è il risultato di una gestione disinteressata, se non per il proprio ego, scellerata, sociopatica e disumana. Basta farsi un giro  nel centro storico o nelle contrade più lontane per avere la conferma di quanto possano essere le conseguenze di un territorio lasciato a gestire sé stesso. Pattume, degrado, case occupate abusivamente, allacci fraudolenti alle utenze di acqua e luce, un via vai notturno di attività illecite, aggressioni verbali e soprusi di ogni genere. Situazioni che i cittadini hanno segnalato alle autorità chiedendo interventi fattivi e risolutori, ma non bastano. Non possono essere le Forze dell'Ordine l'unico modo per ristabilire gli equilibri in un paese che ha un potenziale incredibile in termini di risorse, attività e turismo. Purtroppo l'amministrazione assente, ma lo era già prima, è un insano esempio che ha dato frutti altrettanto simili disegnati attorno a figure simbolo: se lo fanno loro possiamo farlo anche noi. Ed ecco che l'interesse di pochi cozza con l'interesse dei molti a senso inverso. Pochi pagano per tutti: disagi, soprusi e tasse. Molti godono di benefici senza avere il benché minimo rispetto dei doveri di cittadini. Ed ecco che fioccano i "nuovi ricchi" che lavorano in nero e percepiscono i benefici statali, che se ne vanno in vacanza senza avere neanche il pensiero della gestione familiare di bollette e altro: basta avere la pancia piena. Con tutto questo disegno tristemente reale è normale che chi vuole trovare una collocazione, in una Italia con la vocazione dell'accoglienza, sceglie posti come questo in cui puoi fare quello che ti pare tanto è noto che nessuno avrà il piglio per controllare, verificare e supportare, da una parte e dell'altra, perché i diritti esistono in entrambe le direzioni.

La situazione cambierà? Forse, e non diamo per scontato che non ci scappino altri morti, perché, detto tra le righe, ci aspettiamo anche qualche vendetta.


2.123 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page