top of page

A tourismA 2024: successo per Agostino De Angelis con il workshop “Cultura Coltura Culto”


Da sinistra, Desirèe Arlotta, Piero Pruneti e Agostino De Angelis

A Firenze all’interno del Palazzo dei Congressi si è svolta la X Edizione di TourismA, organizzata da Archeologia Viva – Giunti editore, dal 23 al 25 febbraio, prestigioso evento culturale in cui l’archeologia è stata protagonista indiscussa: workshop, laboratori, mostre e stand dove ogni regione d’Italia ha promosso la propria storia. Un’immersione nel mondo antico e nelle nuove strategie di valorizzazione, per i numerosi visitatori arrivati da tutta Italia, che hanno riempito le sale del Palazzo dei Congressi, immerso nel verde e nel cuore di Firenze. La sala nove ha ospitato il workshop dal titolo “Cultura Coltura Culto”, organizzato dall’associazione ArchéoTheatron e l’attore e regista Agostino De Angelis che da anni portano Cerveteri e la cultura del popolo Etrusco oltre i confini dell’Etruria per un confronto con enti, professionisti e associazioni nazionali e internazionali. Musica, danza, cinema, tradizioni popolari, innovazione tecnologica, il tema proposto ha permesso ai relatori di spaziare tra i nuovi orizzonti della valorizzazione del patrimonio italiano e del turismo culturale. Non poteva mancare in questo contesto la presentazione di tre importanti Festival da parte del presidente di ArcheoTheatron: ©Festival Internazionale per gli Etruschi, ©Festival Internazionale AgriCultura Italia, ©Festival Internazionale Theater – Opera Lirica Pocket Italia, che con il regista Agostino De Angelis, da anni è al fianco di Archeologia Viva e Firenze ArcheoFilm Festival nel promuovere la Cultura.

A relazionare la mattina al workshop i Comuni di Santa Marinella con la delegata al Castello di Santa Severa, Paola Fratarcangeli che ha presentato gli scavi di Castrum Novum, del Centro Visitatori e di “Italian Blue Route”, il percorso turistico culturale che evidenzia le eccellenze del patrimonio culturale del mare, della costa e dei borghi; il Comune di Civitavecchia con la presenza del funzionario dell’ufficio turismo, Marie-Ange de Lavergne in rappresentanza dell’Assessore alla Cultura Simona Galizia. Hanno inviato i loro saluti Istituzionali anche i Comuni di Fiumicino, Gallipoli, Cerveteri, Tolfa, Allumiere e Ladispoli. Presente anche l’APT Regione Basilicata in video con il dirigente generale ing. Antonio Nicoletti. Tra i relatori Padre Massimiliano Parisi, rettore delle chiese del centro storico di Catania, che ha sapientemente illustrato il progetto vincente portato avanti nella città siciliana, un esempio di gestione intelligente dei luoghi di culto. Il critico cinematografico, Rosario Tronnolone (giornalista di Radio Vaticana) che ha analizzato la figura femminile secondo Roberto Rossellini attraverso il film Stromboli (Terra di Dio) con la superba interpretazione di Ingrid Bergman per spiegare il personaggio femminile non oggetto di contesa o desiderio, bensì portatore di un ideale. Presente anche il capo redattore di TuttaToscanaLibri Salvina Pizzuoli con un intervento dedicato alla promozione culturale e turistica dell’editoriale. Non sono mancati anche gli interventi di Alessio De Cristofaro funzionario archeologo responsabile area funzionale Patrimonio DEA e Immateriale della Soprintendenza Speciale di Roma e direttore del Drugstore Museum che ha evidenziato come poter costruire una comunità di eredità nel Circuito della Necropoli Portuense e Drugstore Museum, l’intervento in video di Margherita Eichberg Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale sul sito di Bomarzo e l’intervento del poeta archeologo Marcello Tagliente che ha trattato come le grandi civiltà non sono riuscite a superare ancora il tema della guerra. 

I lavori del pomeriggio hanno visto il pubblico uditore seguire con interesse  la magistrale relazione di Simona Rafanelli, direttore del Museo Civico archeologico “I.Falchi” di Vetulonia sul tema degli Etruschi e il culto antico, un importante momento è stato quello dedicato alla tradizione musicale dei riti della Settimana Santa gallipolina, un patrimonio recuperato e frutto di un’accurata ricerca da parte del pianista Luigi Solidoro e della cantante lirica Laura De Vita, composizioni inedite di una delle città artisticamente più ricche della Puglia. Particolare anche l’intervento della coreografa Serena Piccolomini che ha illustrato come valorizzare un sito archeologico danzando attraverso i movimenti antichi. E ancora l'intervento di Sonia Signoracci, direttrice del Santa Marinella Short Film Festival che ha illustrato come valorizzare un territorio attraverso il cinema, un’idea partita dall’allestimento di una mostra fotografica sul patrimonio cinematografico della sua città, con l’ambizioso progetto che oggi vede coinvolti molti giovani che intendono fare del cinema il loro mestiere. A conclusione della giornata l’intervento di Pietro Zocconali presidente dell’Associazione Nazionale Sociologi e giornalista, di Stefano Colombo presidente Associazione Libertamente e direttore Compagnie Teatrali Monzesi che ha illustrato le attività culturali realizzate in Monza e Brianza, di Serena Intagliata Siracusa Tour guide & travel designer che ha illustrato il progetto innovativo su Siracusa e il turismo delle radici, e il fotografo Valerio Faccini che ha parlato dell’esperienza fotografica negli eventi di Agostino De Angelis per il quale ha catturato i momenti più salienti dei suoi eventi.

Presente in sala a seguire la giornata e il workshop, la giornalista Barbara Pignataro del periodico settimanale Ortica Web che sostiene la cultura. 




 


11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

תגובות


bottom of page