• REDAZIONE

Velletri, al via la quinta rassegna Campaniliana

Aggiornamento: nov 4

Conferenza stampa di presentazione per la rassegna nazionale di teatro e letteratura “Campaniliana”, giunta alla sua quinta edizione.

Nell’Auditorium della Casa delle Culture e della Musica, Rocco Della Corte e Vera Dani hanno presentato il programma della manifestazione che si svolgerà dal 25 ottobre al 7 novembre.

La vice-sindaca Giulia Ciafrei e il presidente del consiglio comunale Sergio Andreozzi hanno portato i saluti dell’amministrazione, lodando l’operato della rassegna ormai affermata in tutta Italia e auspicando una massiccia partecipazione di pubblico dopo tanti mesi di chiusura per i luoghi della cultura. Vera Dani, in rappresentanza della Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura che organizza l’evento insieme a Memoria ‘900 e con i patrocini di Ministero della Cultura e Comune di Velletri, si è soffermata sul Premio Nazionale Teatrale: il vincitore sarà designato a giorni, cresce l’attesa per la premiazione prevista il 7 novembre al Teatro Artemisio-Volonté.

Già note le date della rassegna: il 25 ottobre convegno in Auditorium (ore 18.00) con Angelica Ippolito e Giorgio Lupano, avente come oggetto il teatro umoristico contemporaneo.

Per l’occasione sarà consegnato un Premio alla Carriera ad Angelica Ippolito, realizzato dal maestro orafo Duilio Leo che ha preso la parola spiegando lo spirito con cui ha offerto quest’opera all’attrice e alla città di Velletri per condividere un percorso di rinascimento culturale dato che senza cultura non c’è futuro.

Il 30 ottobre (ore 18.00) sarà la volta della messa in scena dell’opera segnalata 2020, “38 giorni per cambiare vita” di Giuseppe Della Misericordia.

La regia sarà a cura di Giacomo Zito, presente in sala: proprio lui ha voluto ricordare il suo primo incontro in Accademia con il teatro di Campanile raccontando vari aneddoti senza nascondere l’emozione di recitare su un palco prestigioso come quello dell’Artemisio-Volonté.

Il 6 novembre giornata di studi in Auditorium: Rocco Della Corte dialogherà con Michele Palmiero (università di Urbino) e Paolo Bruni (università di Bologna), due neo-laureati con una tesi su Campanile.

Il 7 novembre (ore 18.00) la premiazione, alla presenza della Giuria presieduta dal professor Arnaldo Colasanti, e “Risorgimenticchio”, opera vincitrice del 2020.

Lo spettacolo sarà messo in scena da una compagnia UILT e proprio per la UILT ha portato il suo saluto Enrico Cappelli, consigliere nazionale, in sostituzione della presidente nazionale Stefania Zuccari. Con l’invito a partecipare agli eventi e divulgare si è chiusa la conferenza, non prima di un’altra sorpresa: un video-messaggio che il regista Pino Strabioli manderà in occasione del convegno alla “Campaniliana” per augurare a tutti buon lavoro e omaggiare l’indimenticata Piera Degli Esposti che inaugurò la prima edizione nel 2017.


12 visualizzazioni0 commenti