• Fabio Nori

UNO STORICO MANIERO LASCIATO IN DEGRADO

Aggiornamento: mag 5

Giovanni Ardita: la colpa è di Capanna, ci dica dove sono finiti i soldi per la ristrutturazione




Pesante denuncia del consigliere comunale di FdI (a sinistra nella foto) nei confronti dell’ex parlamentare, Mario Capanna, presidente della fondazione alla quale il Comune ha affidato la gestione del Castellaccio dei Monteroni (a destra nella foto) per realizzare un museo

Lo storico Palazzo, insieme a Torre Flavia, è un simbolo della città di Ladispoli




Una storia che ha inizio tanti anni fa , più di 10. Nel mentre, con il passare delle primavere , non si è saputo più nulla sul Castellaccio dei Monteroni, situato a sud di Ladispoli.

Fino a quando, il 23 dicembre, arriva la notizia che il comune di Ladispoli è ritornato proprietario del maniero dopo anni di solleciti contestando a chi lo gestiva, una fondazione di diritti genetici guidata da Mario Capanna, inadempienze nel contratto di gestione.

Il maniero oggi versa in uno stato di degrado, invaso da suppellettili e calcinacci, e tanti interrogativi. Per Giovanni Ardita, consigliere a Piazza Falcone di Fratelli d'Italia, era ora che il Castellaccio tornasse alla città di Ladispoli. “Un passaggio di consegne dal comune di Ladispoli a una fondazione guidata dall'ex parlamentare Mario Capanna che si è resa fantasma - afferma - un contratto che prevedeva la realizzazione di un museo e la riqualificazione della struttura.

Ad oggi sono stati disattesi gli impegni, motivo per cui abbiamo stracciato l'accordo di gestione rimpossessandoci di una struttura che per tanti Ladispoli è un simbolo, un legame con la terra e la tradizioni.

Sicuramente ne faremo un museo, un centro culturale per valorizzare la città e le risorse che vi sono”.

39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti