• Ivan Quiselli

Il Comune acquista la casa giardino del pittore Giovanni Colacicchi

Anagni riprende possesso di un pezzo della sua storia recente con l'acquisizione al patrimonio comunale, approvata dal consiglio comunale, della casa e del giardino che furono del grande pittore anagnino Giovanni Colacicchi, concittadino illustre e artista tra i più importanti del ‘900, le cui opere sono presenti nei musei italiani e stranieri.

Una panoramica della città di Anagni

La proposta, firmata da decine di nomi illustri dell’Arte e della Cultura, era stata avanzata formalmente lo scorso anno dall’Associazione Culturale “Anagni Viva” e dall’Istituto di Storia e di Arte del Lazio meridionale al Sindaco e a tutti i Consiglieri.

“La decisione di acquisto rappresenta, quindi, una voce di assoluta peculiarità tra quelle, certamente importanti, discusse dal Consiglio, per il suo significato che va oltre gli impegni dell’ordinaria amministrazione della città”, è scritto in una nota delle associazioni “Anagni Viva” e “Diritto alla Salute” e dall'Istituto di Storia ed Arte del Lazio meridionale.

L'abitazione, non distante dalla centralissima piazza Cavour, è quella nella quale l’artista, legatissimo alla sua città natale, tornava sempre per un periodo di vacanze anche dopo il suo trasferimento a Firenze dove fu docente e direttore dell’Accademia delle Belle Arti e figura di primo piano nella vita culturale della città.

“Giovanni Colacicchi - ha spiegato la prof.ssa Anna Natalia, presidente di Anagni Viva - è considerato dalla critica storico-artistica un esponente di indiscusso valore dell’ arte figurativa, e non solo, del ‘900 italiano ed europeo e la sua casa e il bel giardino potranno rappresentare, con un’accorta e lungimirante politica culturale dell’Amministrazione, luoghi per celebrarne la memoria e per realizzare, nel Giardino, lo spazio ideale per molte e diverse attività culturali da proporre ai cittadini di Anagni, ai visitatori, ai turisti.

E tutto ciò nel centro storico della città. È certamente un significativo risultato di cui diamo volentieri atto al sindaco Daniele Natalia ed a tutta l’amministrazione del Comune di Anagni”.


11 visualizzazioni0 commenti