• Marco Sabene

IO TARZAN TU JANE, IO SCILIPOTI TU MASTELLA

Aggiornato il: mag 5

Io Tarzan tu Jane, io Scilipoti tu Mastella” personaggi che tra loro sembrano non avere nulla in comune ma un punto li richiama tutti allo stesso destino: la giungla.

Se Tarzan e Jane riuscivano a saltare da una liana all’altra con estrema scioltezza gli equilibristi nostrani sanno fare di meglio perché nella giungla del Parlamento italiano riescono a trovare appigli che nemmeno immaginiamo.

Scilipoti oggi si aggira nel Transatlantico, noto corridoio appena fuori dall’Aula di Montecitorio e di Palazzo Madama, un’anticamera di lusso dove si fa la politica vera secondo alcuni dove gli onorevoli e i senatori trattano e decidono cosa e come farlo. Una volta quelli come lui venivano scherniti e accusati di essere “voltagabbana”. All’inizio della loro esperienza politica i sudditi di Casaleggio amavano ripetere questo refrain “sei uno Scilipoti”.

Oggi quegli stessi illuminati cercano “costruttori” “uomini che guardano al futuro” “quelli che amano il Paese”. E si sa, l’avanspettacolo è il pezzo forte di certa politica. Scilipoti fu uno di quelli che nel 2010, risultò decisivo per il salvataggio del governo Berlusconi. Gli Avengers della politica italiana hanno chiesto aiuto a Mastella, navigatissimo politico e “costruttore” per eccellenza di tutte le ere. Sua moglie Sandra Lonardo siede a Palazzo Madama e ha già votato per il governo Conte.

Una piccola azienda famigliare che della politica ha fatto una filosofia di vita. “Ceppaloni scuola di vita e di politica” ama ripetere Mastella, che non va dimenticato, oggi è il primo cittadino di Benevento. Nel D-day del voto a Conte è sbucato in Senato un altro attore fondamentale di quel 2010 Antonio Razzi “mi hanno accusato per anni, alla fine non cambia mai niente, ognuno si fa i c...suoi", spiega l’istrionico Razzi nel Transatlantico del Senato “se non ci fosse stata la riforma c'era pure la possibilità di votare ma con il taglio dei parlamentari chi vuole andare a casa?”

E qui sta il punto di tutta questa allegorica sagra. Nessuno dei parlamentari ha la certezza di essere ricandidato alle prossime elezioni figuriamoci di venire eletto! I Five Star cominciano seriamente a pensare che la riforma tanto sbandierata e voluta da loro quasi sicuramente sarà un boomerang e colpirà per primi gli ex principianti della politica, gli ex scassinatori di scatolette di tonno, gli ex combattenti della Tav, della Tap, dell’acqua pubblica, del doppio mandato, del Mes, dei confronti in streaming a tutti i costi e per finire “dei voltagabbana”.

Tutte battaglie urlate e mai combattute, anzi. Ma non osate chiamare traditori i “costruttori” oggi sono nobili “responsabili” al servizio del Paese. Io Tarzan tu Jane, io Scilipoti tu Mastella.

32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti