top of page

Se i conti del comune non tornano. I rilievi della Corte dei Conti

VALMONTONE - Dopo diverse richieste di chiarimento da parte della Corte dei Conti relativamente al Bilancio del Comune di Valmontone sembrerebbe emergere una situazione critica e preoccupante per l’Ente che corre il rischio di avviarsi verso un dissesto finanziario.

A sollevare la questione è stata la neoeletta consigliera di minoranza Cristiana Carrozza nel corso del consiglio comunale del 13 giugno, durante il quale ha richiamato duramente la Sindaca Bernabei ad un maggiore senso di responsabilità nei confronti dei cittadini: “La Corte attenziona i conti del Comune di Valmontone dal 2021, ciò significa che in campagna elettorale era ben noto alla Sindaca Bernabei la situazione critica e problematica delle nostre casse comunali, allora mi chiedo perché abbia continuato a fare promesse elettorali, molte delle quali parlavano di sgravi fiscali e opere da realizzarsi con mutui comunali, quando ben conosceva la preoccupante tensione di cassa che vive il nostro Comune?”.

Uno degli aspetti più critici sollevato dalla Corte dei Conti è quello che riguarda la riscossione dei tributi, infatti sembrerebbe che il Comune di Valmontone incassi meno del 60% delle somme dovute all’ente soprattutto per la Tari, ai quali si sommano le somme dovute dalla Società che gestisce il parco giochi MagicLand per Imu, Tari e parcheggi, che ammontano a circa 3 milioni di euro.

A tal proposito la Corte ha richiesto al Comune di provvedere entro pochi mesi con adeguate azioni correttive a tali evidenti squilibri finanziari, azioni che la Sindaca Bernabei individua nella riduzione di tutte le spese non necessarie, rinegoziazione dei mutui e una rigida supervisione sulle attività commerciali per le quali, tramite l’approvazione di un regolamento, si subordinerà il rilascio, il rinnovo e la permanenza in esercizio delle attività stesse alla verifica del loro regolare pagamento dei tributi, ed in fine un’ampia campagna di sensibilizzazione educazione fiscale del cittadino.

“parlare chiaro ai cittadini era un attività doverosa da fare prima, non dopo anni di lassismo da parte di questa squadra di governo , quando ormai il nostro Comune si trova in una situazione così grave” si è espressa duramente la consigliera Carrozza la quale ha anche aggiunto “si è deciso di non parlarne adeguatamente ai i cittadini forse perché questa scelta, a livello di consenso elettorale, non avrebbe premiato la Sindaca Bernabei che, ricordo, si appresta a svolgere il suo primo mandato da primo cittadino, ma che negli altri due mandati era vice Sindaco della Città.

Oggi si corre ai ripari auspicando e prevedendo campagne di sensibilizzazione fiscale del cittadino, ma se il problema si rintraccia nella poca avvedutezza dei cittadini al pagamento dei tributi, cosa giustifica invece la scelta della Sindaca Bernabei e della sua squadra di governo di contrarre ben 10 mutui in vista della campagna elettorale, che hanno generato un ulteriore indebitamento di circa 4 milioni di euro per il Comune, essendo ben consapevoli della situazione così critica per le casse dell’Ente?

Durante la discussione in Consiglio Comunale la Sindaca Bernabei ha lasciato l’aula consigliare, non fornendo alcuna replica né chiarimento riguardo questa delicata situazione fiscale palesata dai consiglieri di minoranza, pertanto ci si augura di avere quanto prima un’adeguata informazione e un doveroso resoconto in merito.




30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page