top of page

Valmontone, Consiglio Comunale infuocato: Cristiana Carrozza “dimezzate i vostri stipendi”

Il Consiglio Comunale tenutosi nella giornata di giovedì 27 Luglio a Valmontone, non è passato di certo inosservato. Nell’ordine del giorno erano previsti  numerosi punti, alcuni dei quali hanno accesso, e non poco, gli animi dei Consiglieri Di Opposizione.

Cristiana Carrozza, Consigliere Comunale lista Attiva

Nello specifico abbiamo assistito ad uno scontro davvero agguerrito tra maggioranza e opposizione quando si è discusso dell’approvazione di un regolamentoriguardante i commercianti e le attività produttive di Valmontone.

“Questo regolamento fa parte del pacchetto di proposte da voi pensate per far cassa dopo i severi ammonimenti della Corte dei Conti”

Ha così esordito Cristiana Carrozza,  rappresentate del gruppo politico di opposizione ATTIVA Valmontone, riferendosi appunto ad un provvedimento emanato dalla Corte, nel quale veniva ordinato al comune di Valmontone di rientrare immediatamente di sei milionidi euro, per far fronte ai gravi buchi di Bilancio ed evitare così il dissesto economico.

La Carrozza prosegue “se è giusto educare il cittadino al pagamento dei tributi, non trovo sia giusto farlo in questo modo. Questo provvedimento mi ha fatto letteralmente sobbalzare dalla sedia. Già da ora vi comunico che qualora non venisse immediatamente ritirato, dunque da voi oggi approvato, intraprenderò una battaglia politica senza pietà per tutelare i nostri commercianti”.

Ma cosa prevede questo regolamento tanto dibattuto e che ha fatto letteralmente infuriare l’opposizione presente in aula?

La risposta è presto data dai consiglieri Carrozza, Bellotti e Gentili che prendendo la parola hanno spiegato. In particolare sembra che in questo regolamento sia prevista una soglia bassissima di tolleranza per quanto riguarda la regolarità fiscale delle attività commerciali (che ammonterebbe a 100 Euro).

Per farla ancora più semplice: basterà essere morosi di 100 euro per vedersi sospendere la licenza commerciale dal Comune di Valmontone, è prevista anche la revoca della licenza se la situazione debitoria persiste.

“Chi non paga non è detto che voglia delinquere” aggiunge la Carrozza, “semplicemente non riesce a pagare. veniamo da situazioni come la pandemia che ha messo in ginocchio i nostri commercianti. Approvare questo regolamento significherebbe distruggere molte attività”

Poi affonda il colpo “pretendete austerità dal cittadino per riparare le vostre scelte scellerate di indebitamento, come quella di contrarre  ben dieci mutui negli ultimi due anni del vostro mandato, che hanno indebitato l’ente per altri 4 milioni di euro. Date il buon esempio e riducete i vostri stipendi prima di chiedere un sacrificio del genere ai nostri commercianti”

La Carrozza non le manda certo a dire, tant’è che abbandona simbolicamente l’aula, in segno di protesta, durante la votazione dello stesso regolamento che la Sindaca Bernabei ha comunque deciso di votare nonostante il malcontento in Aula.

“prendetevela voi la responsabilità di votare un provvedimento del genere”, conclude.

Insieme a lei hanno abbandonato l’aula anche gli altri consiglieri di opposizione, mente Marco Gentili aveva già precedentemente lasciato la discussione, indignato, dopo che il Sindaco Bernabei si era rivolto loro dandogli dei “terroristi”.

Un Consiglio Comunale dai toni duri e dagli animi incendiati. Il Gruppo ATTIVA Valmontone promette battaglia sul punto come anche l’intera opposizione.



458 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page